uno.due.tre.

uno. è il suono della tromba leggero etereo il loop che sintetizza viaggi e battiti di bassi ritmici capirsi con le orecchie e parlarsi con i linguaggi della passione suoni ascolti poetiche narrazioni di alberi e di binari cadenza ritmica e ancora leggera distorsione al cono della cassa per fare il racconto più crudo e ruvido di essenza e verità. due. le pareti nere delle stanze le luci appena e sembra altrove e sembra città metropolitana i drink il sapore delle barbe lunghe e giacche vintage e visi senza rimmel sorrisi arte tenacia generattivismo. tre. ll formaggio grasso e il pomodoro secco sul piatto pronto col pane spezzato e il vino a caraffe di bianco e di rosso tavolo di legno nel giardino vicino al cancello che segna accoglienza e baci e abbracci stretti da un destino comune. la notte e la pianura. paesaggi. dentro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: