non so

non so. quello che non so spiegare. dentro. ma poi non serve molto. sapore dolce come un tocco di pelle un soffio di parole. sarà l’immensità del paesaggio che ci circonda altalenante di colline e orizzonti boschivi di paesi a luci fioche e curve a guardrail radenti il mondo vicino e lontano confuso tutto nella sera veloce. racconti. sarà il tepore del fuoco spento quello del vino verde le muische da film la spunta per un ritorno a menu fisso. mi basta il viaggio la cena calda la terra che profuma della prossima pioggia per essere contento un poco, prima di confondere la vita con il mio sonno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: