sessantapersessanta

una predica solitaria funebre a raccontare una vita poco conosciuta e allora invocare l’ammorediddio risulta facile a costringere l’ascolto dentro lo spazio aulico di un altare moderno a forme proiezioni forzate luci artificiali percezione divina appena segnata. stante gli abbracci è la piazza di auto e saluti a concedere ancora relazioni sentite e poi traguardare sguardi di incontri felici sentirsi vicini e memori di storie comuni. caffè cioccolatini acqua e tonica attorno al tavolino sessantapersessanta a gambo centrale con alla mia sinistra colei che mi raccolse piccolo e ignorante e mi fece sognare di bellezze da studiare e scoprire e poi del mondo da conquistare e rispettare essere un buon cittadino lottare per la pace. non c’è età per la riconoscenza e la grandezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: