poco più in la..

La distanza dal cancello alla porticina sul retro è la felicità di bimbi che gridano e si rincorrono sull’erba sul ghiaino sulla sabbia, traiettorie di piccole schegge incontaminate. lo spazio intorno si traduce e si illumina di storie vecchie e nuove come tanti altri luoghi di gioie e memorie educative. e tratteniamo oltre il muro le crudeltà del mondo per dovere di persone adulte. così poco più in là, le sento ancora le malattie alterne dei nostri cervelli che avevano trovato luogo di clausura, le saracinesche chiuse, quelle spezzate, e le voci ancora dentro che nessun vento disperde..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: