Archive for novembre 2013

… sense of place

novembre 1, 2013

La conosco bene la manovra di retromarcia nel cortiletto e poi l’uscita dal sottoportico, la colonna sbucciata sullo spigolo, chissà quando tocca anche a me, l’auto è vecchia, botta in più botta in meno. All’incrocetto, circa dieci metri dopo, vedo scene consuete, gli operai kossovari che aspettano il furgone seduti al bar fuori ancora chiuso perché è presto, hanno un furgone targato sloveno, ma loro sono Kossovari e vanno ai cantieri a Trieste, lo so, me lo ha detto il mio vicino di casa anche lui di origine albanese ma ha la sua impresa di pittura, anche se non c’è lavoro. Anche lungo la strada prima dell’innesto all’autostrada, non conosco di persona le persone che vedo, ma ne condivido le abitudini, e sto attento, quello che stà la in bicicletta mica scende per attraversare sulle strisce pedonali, è presto ci sono poche auto, butta l’occhio e passa veloce, a volte sono io che rallento così, diciamo, lo aiuto. Sono pezzetti di vita che conosco, sono luoghi che si fanno appartenere, perché la gente li anima, è così, anche il tazebao all’edicola con le news locali, se rallenti leggi del nubifragio in zona industriale e i sottopassi allagati, magari non ci passi di là. E’ come quando arrivi a Padova da Milano… ti senti già a casa, o ad Orte quando vado a trovare gli amici di Roma, sento già il profumo della trattoria di Tor Pignattara.

Annunci